Di chi colore è l’Alessandrite?

Abbiamo realizzato questo anello in oro e diamanti con l’Alessandrite comprata a San Pietroburgo da un nostro cliente.

L’Alessandrite è una rara varietà di crisoberillo, che presenta frequentemente il fenomeno ottico della cangianza mostrando colore rosso se illuminata con luce artificiale e colore verde se illuminata con luce naturale (nelle immagini la differenza). Venne scoperta nel 1833 in una miniera di smeraldi sui monti Urali ed il nome di Alessandrite le fu dato l’anno seguente dal conte Perovskij, che offrì la gemma al futuro zar Alessandro II di Russia, nel giorno del suo sedicesimo compleanno.

Il suddetto fenomeno della cangianza dipende dalla qualità della fonte luminosa e dal modo in cui il cromo assorbe e riflette la luce. Luce naturale e luce artificiale hanno una diversa quantità di colori dello spettro (blu, verde, arancio, rosso, violetto e giallo). Il cromo assorbe il giallo quando la luce bianca passa attraverso l’alessandrite, sdoppiandosi in parti uguali di blu e verde. La luce solare è più equilibrata, contenendo una quantità maggiore del tipo di verde preferito dal nostro occhio: così l’alessandrite appare verde-blu in condizioni di luce naturale, mentre sotto una luce artificiale (che contiene più rosso) il suo colore volge verso un rosso porpora. Maggiore è la concentrazione di cromo, maggiore è pure il cambiamento di colore.

Ai nostri giorni l’originaria miniera russa è ormai quasi del tutto esaurita. Attualmente il maggiore e più importante produttore è l’India.

 

In evidenza

Cento volte si. Recarlo.

Un gioiello Recarlo è sigillo d’amore….

Il sigillo dell’Amore. Le fedi.

UNOAERRE: il primo marchio di fabbrica….
Precedente
Successivo

Ultime Novità

Anello in oro cuori e madreperla.

Anello in oro 9kt con cuore piccolo lucido e…

Anello veretta in oro con cuori.

Anello in oro 9kt modello veretta di cuori. Dono…

Anniversary Recarlo

Cuore, Amore, Diamante. La collezione Anniversary di Recarlo….
Precedente
Successivo